• alveare5.jpg
  • alveare13.jpg
  • alveare8.jpg
  • alveare6.jpg
  • alveare9.jpg
  • alveare10.jpg
  • alveare3.jpg
  • alveare12.jpg
  • alveare11.jpg
  • alveare4.jpg
  • alveare7.jpg
  • alveare2.jpg
  • alveare1.jpg

La nostra storia

1992
Nella terra di Francesco e Chiara, alle soglie del duemila, si incontra ancora Madonna Povertà, sola e abbandonata, alla porta dei conventi, delle chiese, degli uffici sociali. Forse spera ancora in un Francesco disposto a sposarla. Porta con sé la solita dote: emarginazione, disoccupazione, disagio psico-sociale, tossicodipendenza, alcoolismo, devianza, degrado morale, ecc....
Nella primavera del 1983, in omaggio a San Francesco, un piccolo gruppo di volontari della Caritas decide di fare conoscenza e amicizia con questa Donna difficile, tanto impegnativa e problematica. Vogliono fare sul serio. Cercano un Principe disposto, come con Cenerentola, a sponsorizzarla, a liberarla dal disagio sociale e dalla povertà.
Purtroppo non è facile maritare una Donna del genere, e, invece del principe azzurro, il piccolo nucleo di volontari ha puntualmente incontrato soltanto lo stuolo della Sua prole affamata e povera di tutto.
Per non deludere completamente le sue speranze, pensò di offrirle ugualmente un dono: l’emancipazione, da inserire nel suo modesto corredo.
Fiorisce così, nella primavera del 1983, il 22 marzo, l’A.P.E., un’associazione per l’emancipazione.
Ci si associa per emanciparsi dal bisogno e per vivere meglio. Si studia il modo per avere un lavoro, un tetto, una mensa, una rete di amici, ecc.
La storia si ripete. Dopo insistenze e faticose ricerche sono ancora i Benedettini di Assisi ad offrire a “Francesco” un rifugio: una vecchia e fatiscente casa colonica. In pochi mesi viene restaurata, adibita a laboratorio e a casa di accoglienza.
In un clima di reciproca solidarietà e collaborazione si organizza una Cooperativa di solidarietà sociale.

Leggi tutto: La nostra storia